Weissenburger Platz a Monaco di Baviera fotografata dall'alto con un drone.

Haidhausen e l’Au

Un paese nel mezzo della città

I quartieri Haidhausen e Au si sono sviluppati da periferia operaia in aree residenziali ricercate. Passeggiando per i vicoli con piccoli negozi e cortili verdi, si ha quasi la sensazione di essere in un paese nel centro della città.

Citata per la prima volta in un documento dell’808 circa, Haidhausen è molto più antica della zona centrale di Monaco di Baviera. Insieme ai vicini Au e Giesing, appartenne per lungo tempo ai sobborghi di Monaco di Baviera fino a quando questi furono incorporati nella città a metà del XIX secolo.

Fuori dal centro storico, sulla sponda destra dell’Isar, un tempo vivevano lavoratori giornalieri, lavoratori ospiti stranieri e persone che si erano trasferite dalle campagne. Per secoli questi si sono guadagnati da vivere con l’estrazione di ghiaia e argilla. Grazie all’energia idroelettrica dell’Isar e dei suoi affluenti, vi si insediarono industrie come concerie e imprese di pesca.

Gli edifici degli alloggi, restaurati con cura, risalgono al XVIII e XIX secolo. Il fascino pittoresco che le basse casette emanano oggi non deve ingannare: queste infatti offrivano un tetto sopra la testa agli abitanti in condizioni di maggiore povertà.

Due sale del museo degli alloggi della Üblacker- Häusls (museo) nella Preysingstrasse (strada) mostrano le condizioni anguste in cui una famiglia numerosa doveva condividere letto, tavolo e sedie. Le sale sono arredate nello stile delle vecchie case dei lavoratori giornalieri di un tempo.

Un altro esempio degli antichi alloggi per lavoratori è l’imponente edificio Kriechbaumhof (casa storica) di fronte, che esisteva già nel XVIII secolo. Il carattere paesano tipico di Haidhausen è evidente anche nel pittoresco cimitero con la vecchia chiesa di Haidhausen e i numerosi e tranquilli vicoli.

Alla domanda sulle particolarità di Haidhausen, la giovane Nora Wolf, proprietaria di un bar, e i suoi ospiti nella Elsässer Strasse si trovano d’accordo: la sensazione di appartenenza al quartiere è unica. Per ogni partita di calcio importante, tavoli, sedie e televisori si spostano rapidamente dagli appartamenti fino alla strada di fronte al bar per unirsi a un lungo tavolo messo in piedi provvisoriamente e trepidare insieme ai calciatori.

In molti, originari di Haidhausen, tendono a ritornare in questa parte della città, dove tutti si conoscono da tempo e si salutano. Due volte all’anno i cittadini di Haidhausen invitano al loro mercatino delle pulci in giardino. Una buona occasione per dare un’occhiata dietro le facciate delle case negli idilliaci cortili sul retro.

La Hofbräukeller confina direttamente con la Wiener Platz. Fino all’invenzione della macchina frigorifera di Carl von Linde nel 1876, le cantine della birra di oltre 50 birrerie si trovavano nel sottosuolo della riva alta dell’Isar.

A sud della stazione est Ostbahnhof, inaugurata nel 1871, il „Franzosenviertel (quartiere francese)“. fu costruito negli anni dopo la guerra franco-tedesca. Le piazze Pariser Platz, Weissenburger Platz e Bordeauxplatz sono luoghi d’incontro popolari nel quartiere.

Il cuore di Haidhausen è la Wiener Platz (luogo). Data la sua vicinanza all’arteria stradale in direzione di Vienna, la piazza con il mercato che vi si trova ha ricevuto il suo nome. I commercianti di verdura, frutta e fiori mettono in mostra i loro prodotti su numerose bancarelle. Dalla "boulangerie" al pesce fritto fino allo stand dei vini: qui si può trascorrere un’intera giornata culinaria, seduti ai tavoli all’aperto, osservando la gente e le scene di strada.

Haidhausen non è solo piccolo e tranquillo, ma offre anche una serie di importanti istituzioni e attrazioni turistiche: dietro Wiener Platz, sulle rive dell’Isar, il Maximilianeum (casa storica) si affaccia sulla magnifica Maximilianstrasse (strada), che collega Haidhausen con il centro storico attraverso il ponte Isarbrücke.

Costruito come vecchia sede per gli studenti più dotati per prepararli al servizio civile, è noto dal 1949 soprattutto per il suo inquilino di spicco, il Bayerischer Ladntag (parlamento bavarese).

Video: Città & Quartieri

La Hofbräukeller (ristorante) confina direttamente con la Wiener Platz. Fino all’invenzione della macchina frigorifera di Carl von Linde nel 1876, le cantine della birra di oltre 50 birrerie si trovavano nel sottosuolo della riva alta dell’Isar. Sopra le cantine sono stati piantati castagni per fare ombra: ecco la nascita dei giardini della birra a Monaco di Baviera. Reliquie di questo periodo sono la Hofbräukeller, un tempo fabbrica della birra Hofbräu e l’"Einstein", trasformato in un centro culturale, con il jazz club "Unterfahrt".

Seguendo la Inner Wiener Strasse in direzione sud, si arriva al Gasteig (centro culturale).  Nel Medioevo, la salita "gache" (= ripida) era l’unico collegamento tra Monaco di Baviera e la riva orientale dell’Isar. I pesanti carri del sale provenivano da Bad Reichenhall e Rosenheim, scendendo lungo la ripida montagna fino a Monaco di Baviera e proseguendo in direzione di Augusta.

Oggi il Gasteig ha dato il nome al Centro Culturale di Monaco, che ha sede qui dal 1985. Questo è anche la casa della famosa Filarmonica di Monaco di Baviera.

Sotto, direttamente sulle rive dell’Isar, si trova la Muffatwerk, un’ex centrale elettrica del XIX secolo. Oggi è qui possibile assistere alle esibizioni di stelle emergenti della scena musicale, teatrale e della danza.

La Müllersche Volksbad, una piscina coperta storica, si trova subito accanto. Costruita intorno al 1901, la pittoresca piscina in stile Liberty risale a un’epoca in cui i bagni propri non erano ancora comuni nelle abitazioni private.
Nuotare, sudare e fare la sauna diventano qui un piacere con stile e le vasche da bagno ormai rinnovate possono essere affittate ancora oggi.  Anche i "Zamperl" (= cani) dei monacensi avevano qui un tempo il loro Zamperlbad, il proprio bagno per cani.

Nel 1910 il pioniere del cinema Carl Gabriel costruì il Museums-Lichtspiele, il secondo cinema più antico di Monaco di Baviera, proprio di fronte. Ancora oggi questo conserva il suo fascino lussureggiante.  Da 30 anni è il luogo di culto del musical rock, ormai anche film, "Rocky Horror Picture Show", proiettando però anche molti film attuali in lingua originale.

Oggi l’Auer Dult si svolge tre volte all’anno: a maggio, per san Giacomo il Maggiore (luglio/agosto) e per l’anniversario della chiesa (ottobre). Oltre alle bancarelle con oggetti d’antiquariato e ceramiche, vengono offerte anche prelibatezze come pesce alla brace, salsiccia arrosto e dolcetti fritti. C’è anche una ruota panoramica e un carosello per bambini.

Pochi passi più in avanti, lungo l’Isar, ci si trova già nell’Au. Nel paesaggio originario delle pianure alluvionali c’erano soprattutto mulini e giardini maestosi. Verso la metà del XIX secolo, tuttavia, l’Au si è sviluppata fino a diventare la più densamente popolata delle tre periferie. Vicino al centro della città e al quartiere Gärtnerplatz , l’Au è oggi una popolare zona residenziale e sede del Deutsches Museum.

L’Au è noto soprattutto per i due festival di Monaco di Baviera che vi si svolgono ogni anno: l’ Auer Dult e la festa della birra Starkbierfest al “Nockherberg

Il Dult, un tempo festa della chiesa con fiera del commercio a lunga distanza, che esisteva già nel 1310, fu fuso nel XIX secolo con il mercato delle pulci di Au.  Oggi l’Auer Dult si svolge tre volte all’anno: a maggio, per san Giacomo il Maggiore (luglio/agosto) e per l’anniversario della chiesa (ottobre). Oltre alle bancarelle con oggetti d’antiquariato e ceramiche, vengono offerte anche prelibatezze come pesce alla brace, salsiccia arrosto e dolcetti fritti. C’è anche una ruota panoramica e un carosello per bambini.

Il Nockherberg è noto ben oltre i confini della città.  Ogni anno, il tradizionale "Derblecken" dei politici ha luogo qui, in occasione della festa della birra Starkbier, dove viene fatta una ramanzina alle celebrità politiche del momento durante una competizione canora.

simply Auer Dult

Si presenta un originale: Venite a conoscere questo vero e proprio festival popolare di Monaco di Baviera con una guida turistica della città di Monaco. Potete trovare tutte le informazioni sul tour qui.

Proprio dietro l’angolo, nella Zeppelinstrasse 41, è nato il cittadino dell’Au più famoso nelle regioni germanofone: Karl Valentin. Nelle sue rappresentazioni teatrali umoristiche e bizzarre, Valentin ha descritto la dura e faticosa vita dei cittadini negli anni Venti e Trenta del secolo scorso nei vecchi sobborghi. I suoi numerosi detti e le opere teatrali criptiche possono essere scoperti nel Valentin-Karlstadt-Musäum (museo) all’interno della porta cittadina Isartor.

L’idilliaco Auer Mühlbach ci ricorda ancora oggi l’epoca in cui l’Isar era uno dei principali fornitori di energia per la città e la sua periferia. Tranquilla e pacifica, qui si trova la "Piccola Venezia" di Monaco di Baviera. Passeggiate ad Auer Mühlbach: www.auer-muehlbach.de

 

 

Text: München Tourismus; Foto: Redline Enterprises, Jörg Lutz, Christian Kasper; Illustrazione: Julia Pfaller; Video: Redline Enterprises
Top Stories
Monopteros in the Englischer Garten in Munich.

Il passaggio est-ovest

Monaco è un villaggio,  no?

Monaco è un villaggio in cui tutto si può scoprire a piedi. Lo si sente dire di continuo. Ma è vero? Lo abbiamo provato per voi.

A man with beard, glasses and a tattooed forearm is standing in the Neue Pinakothek in Munich.

Tutti i punti salienti in un unico tour

Classico, moderno, dignitoso, contemporaneo: quattro tour attraverso i musei e le gallerie di Monaco.

Classico, moderno, dignitoso, contemporaneo: quattro proposte di tour attraverso i musei e le gallerie di Monaco. La nostra guida artistica per chi ha fretta.

Un piatto di maiale arrosto alla Gasthaus Fiedler

Panoramica: tutto sulla cucina bavarese

Ti va un po' di cibo bavarese? Allora Monaco è il posto giusto!

Ti va un po' di cibo bavarese? Allora siete nel posto giusto! Monaco può anche vantare il pub più famoso del mondo.

Tegernseer Hütte con la moglie sulle prealpi bavaresi intorno a Monaco.

10 min dalla stazione centrale

A Monaco potete raggiungere in pochissimo tempo cime montane, fantastici panorami alpini e prelibatezze per il palato. Un paio di suggerimenti.

A Monaco potete raggiungere in pochissimo tempo cime montane, fantastici panorami alpini e prelibatezze per il palato. Un paio di suggerimenti.

Una bicicletta si trova sulla Odeonsplatz di Monaco di Baviera.

Tour dei punti salienti

Un tour in bicicletta tranquillo che include i luoghi di maggior interesse del centro di Monaco.

Centro storico, Englischer Garten, lato a monte del fiume Isar, Deutsches Museum, Isartor, Alter Hof e ritorno a Marienplatz; un tour in bicicletta che include i luoghi di maggior interesse del centro di Monaco.

Un bicchiere di birra in un ristorante di Monaco

Dimmi cosa bevi...

Starkbier, Festbier, chiara, scura, Pils: una piccola tipologia delle più importanti birre di Monaco - e dei loro bevitori.

Starkbier, Festbier, chiara, scura, Pils: una piccola tipologia delle più importanti birre di Monaco - e dei loro bevitori.

7 curiosità che ancora non sapevate sulla Hofbräuhaus

Verissimo: è stato un prussiano a rendere famosa la Hofbräuhaus.

L'Hofbräuhaus è probabilmente il pub più famoso del mondo. Abbiamo raccolto sette cose che probabilmente non sapevate ancora. Oppure no?

Glockenspiel nel nuovo municipio di Monaco di Baviera.

Il Glockenspiel in dieci immagini

Uno sguardo esclusivo dietro le quinte.

Il carillon attira da oltre 100 anni i visitatori e gli abitanti del luogo. Quello che molte persone non sanno è che  qui il vero lavoro manuale è ancora fatto, giorno dopo giorno, proprio come in passato.

Employees of Munich Tourism in costume in the Bavarian Outfitters in Munich

Da dirndl vintage e pantaloni di pelle di cervo

Dall'usato ai grandi magazzini tradizionali - ci siamo cimentati nella scelta dei costumi tradizionali a Monaco di Baviera.

Seconda mano, etichetta locale, grande magazzino tradizionale e servizio di prestito - ci siamo cimentati nella selezione di costumi tradizionali a Monaco di Baviera.

A view of a church reflected in a shop window in Munich.

Il paradiso dello shopping

Shopping in un ambiente architettonico di grande effetto: una passeggiata nel centro della città.

Shopping in un ambiente architettonico di grande effetto: una passeggiata nel centro della città.

Uomo e donna in canoa sull'Isar.

Isar-Roamers

Da nessun’altra parte si scoprono i segreti dell’Isar meglio che in canoa. Siamo andati dunque a pagaiare.

Da nessun’altra parte si scoprono i segreti dell’Isar meglio che in canoa. Siamo andati dunque a pagaiare.

Una giovane donna sorride nel Valentin-Karlstadt-Musäum di Monaco.

Mostre di qualità

Il centro di Monaco è un paradiso per gli amanti dei musei speciali. Una panoramica.

Dalla Residenz al museo della birra e all'Oktoberfest: il centro di Monaco è un paradiso per gli amanti dei musei speciali. Una panoramica.

Munich Card e City Pass

Semplicemente Monaco: Arte e natura a portata di mano risparmiando tempo e denaro.

Trasporto pubblico incluso

Sconti con la Munich Card, price off con il City Pass

Online o negli uffici di informazione turistica

Prenota ora!