Il tetto della tenda olimpica a Monaco di Baviera di fronte alle Alpi

Anniversario

50 anni fa i Giochi olimpici estivi – Il programma

I Giochi olimpici estivi del 1972 hanno consegnato Monaco di Baviera all’immaginario mondiale. Per celebrare il 50° anniversario dei Giochi la capitale bavarese ospiterà numerosi eventi in città e al Parco olimpico (Olympiapark) contando sulla più grande manifestazione polisportiva dal 1972, i Campionati europei. Sarà l’occasione perfetta per lasciarsi sedurre dall’indiscutibile fascino della capitale bavarese in termini di architettura, innovazione, sport, cultura e musica, complice un vasto programma scaglionato nel corso di tutto l’anno.

Da gennaio a dicembre tutta l’avanguardia dello “Spirito del ‘72”: design, sport, architettura

Per tutto il 2022, musei e istituzioni in tutta la città ospiteranno mostre ed eventi dedicati al design, l‘arte, la cultura, l‘architettura e lo sport legati alle Olimpiadi estive del 1972. Un programma culturale di alto livello, da seguire anche nei teatri e nelle sale da concerto della città.

Le vittime della squadra israeliana dell’attentato terroristico del 5 settembre 1972 fanno parte della memoria collettiva. Ogni mese dell’anno, una delle 12 vittime dell’attentato verrà commemorata con varie iniziative organizzate dal Museo ebraico e il Consolato israeliano, in cooperazione con il Centro di documentazione sul Nazionalsocialismo (NS-Dokumentationszentrum).

La città di Fürstenfeldbruck, dove la liberazione degli ostaggi fallì nel modo più tragico, ha predisposto un tour in bicicletta corredato da un’app che dal Parco olimpico (Olympiapark) arriva a Fürstenfeldbruck, riassumendo i tragici eventi di quell’anno.
L'intero programma per il 50° anniversario dei Giochi olimpici del 1972 a Monaco di Baviera è disponibile sul seguente sito:

www.muenchen1972-2022.de

 

SUPERBLOOM Festival il 3 e 4 settembre

Il SUPERBLOOM Festival di fine estate presenterà tutta una serie di star di fama internazionale, come Calvin Harris, David Guetta, AnnenMayKantereit, Macklemore, Kraftklub, Rita Ora e star regionali come Labrassbanda, che si esibiranno sul palco del Parco olimpico (Olympiapark). Oltre alle esibizioni delle numerose band, intorno al Lago olimpico (Olympiasee) si alterneranno istallazioni artistiche, simposi, spettacoli di danza e tanto altro ancora.

superbloom.de

Video: Spirit of '72 – Cultura

Itinerari DOC

La città di Monaco di Baviera offre un vasto programma di visite guidate con guide accreditate.

In risciò lungo il Parco olimpico (Olympiapark), attraverso le numerosissime attrazioni architettoniche e legate al design, all’interno di una cornice ideale per una piacevole esplorazione da soli o in coppia. Le nostre guide vi racconteranno in maniera competente e coinvolgente storie e aneddoti sulla avventurosissima candidatura della città di Monaco ai Giochi olimpici, la realizzazione del parco e dei suoi impianti sportivi, così come la speciale atmosfera vissuta durante i Giochi e l’utilizzo successivo degli impianti una volta terminate le manifestazioni olimpiche.

Una passeggiata nel Villaggio olimpico (Olympisches Dorf) vi condurrà nei quartieri dove erano alloggiati gli atleti dei Giochi. Oggi sono soprattutto gli studenti a vivere in quello che chiamano affettuosamente l’Olydorf. Dietro gli appartamenti, ispirati alle cime delle vette alpine, si stagliano gli alloggi degli atleti maschili e dell’ex centro stampa. Il villaggio era stato concepito come un’oasi di pace, ma contemporaneamente di vivace incontro fra le nazioni.

Video: Spirit of '72 – Architettura

Le immagini del Villaggio olimpico fecero il giro del mondo durante l’attentato terroristico del 5 settembre 1972. La passeggiata vi permetterà di scoprire molti dettagli sulla vita e l’atmosfera che animava i Giochi, come anche sulla convivenza allegra e colorata tra le Nazioni che animava lo spirito dell’epoca e che riecheggia ancora oggi tra gli attuali residenti.

In bicicletta, lungo circa 38 km sulle piste ciclabili locali potrete visitare i luoghi noti e meno noti delle Olimpiadi estive del 1972. Il percorso conduce dallo stadio di equitazione di Riem attraverso il Giardino inglese (Englischer Garten), il Parco olimpico (Olympiapark) proseguendo verso lo Stadio in via Dante (Dantestadion), con la sua piscina termale all’aperto che ricorda l’Acheronte dantesco, proseguendo poi verso il Castello di Nymphenburg (Nymphenburger Schloss), di ispirazione italo-francese, fino all’impianto per regate olimpiche di Oberschleißheim, decisamente made in Germany. Al termine del percorso, godetevi la proverbiale accoglienza di Monaco di Baviera con una sosta al Giardino della birra della Torre cinese (Chinesischer Turm). Il tour è descritto in dettaglio sul seguente link.

Video: Spirit of '72 – Sport

Un altro itinerario vi guida direttamente nel cuore della città, alla scoperta delle sue peculiarità naturalistiche e culturali. Partendo dallo spazio espositivo della BMW (BMW Welt) nel nord della città, fino al Villaggio olimpico (Olympisches Dorf) e attraverso il Parco olimpico (Olympiapark) fino al Lago Hinterbrühl (Hinterbrühler See), puntando verso il sud cittadino. Rilassatevi seguendo l’app Komoot lungo l’intera escursione. Potete trovare una descrizione in dettaglio del percorso in città sul seguente link.

L'intero programma per il 50° anniversario dei Giochi olimpici del 1972 a Monaco di Baviera è disponibile sul seguente sito:
www.muenchen1972-2022.de

 

Uno sguardo al passato: immaginare i Giochi, progettarli, realizzarli, la sfida contro il tempo

Il 28 ottobre 1965, Willi Daume, presidente del Comitato olimpico nazionale tedesco, si reca dall’allora sindaco di Monaco Hans-Jochen Vogel per una conversazione a quattrocchi in municipio. Il funzionario ha in serbo una vera e propria sorpresa: Monaco ha la concreta possibilità di ospitare le Olimpiadi estive del 1972. C’è solo un problema: un progetto, attuabile, deve essere presentato entro massimo due mesi.

Dopo tre giorni di riflessione Vogel accetta la proposta. Due mesi dopo la candidatura era pronta e nell’arco di soli sei mesi, il 24 aprile 1966, accade ciò che nessuno avrebbe creduto possibile: “I giochi sono stati assegnati a Monaco”, questa la decisione del CIO (Comitato olimpico internazionale) a Roma, dove Monaco prevalse sulle concorrenti Detroit, Madrid e Montreal. In tempi record, dal cumulo di macerie nell‘area dell’ex aeroporto di Oberwiesenfeld sorge come un fungo l’ Olympiapark con i suoi impianti sportivi, mentre l’intera città nel frattempo rivoluziona la rete dei trasporti pubblici.

Video: Spirit of '72 – Innovazione

La filosofia delle Olimpiadi del 1972

Il 26 agosto 1972, il presidente tedesco Heinemann inaugura i giochi con la speranza di raggiungere due obiettivi: il primo è quello di promuovere lo sviluppo urbano. La rete infraurbana si amplia in un modo che non si era più visto a Monaco dai tempi del Re Ludovico I.

L’altro obiettivo consisteva nel presentare i Giochi olimpici in una cornice accogliente, per un paese che 27 anni dopo la fine della dittatura nazista si prefiggeva il compito di essere tollerante, trasmettendo l’immagine di una Germania tornata alla democrazia e all’insegna della pace. Tutto avrebbe dovuto testimoniare questo cambiamento, dalla costruzione del tetto a tenda trasparente dell’architetto Frei Otto alla elaborata grafica di Otl Aicher. Gli agenti di polizia giravano disarmati, portando al guinzaglio simpatici e innocui bassotti, il cane prediletto dai bavaresi, in chiaro contrasto con i pastori tedeschi onnipresenti alle Olimpiadi del 1936. In tutto il Parco olimpico (Olympiapark) non figurava un solo un cartello di divieto stradale.

L’atmosfera della prima settimana fu fantastica, tranquilla, serena. Il pubblico di Monaco venne successivamente onorato dal CIO (Comitato olimpico internazionale) con la Coppa olimpica, il più alto riconoscimento al mondo per sportività e correttezza. Ai cittadini di Monaco piaceva il nuovo ruolo di ospiti del mondo intero e tutto sarebbe dovuto continuare così fino alla fine dell’evento. Purtroppo il 5 settembre, con l’attentato terroristico alla squadra israeliana, la spensieratezza dei giochi si interruppe bruscamente. Dal 2017 il Parco olimpico (Olympiapark) riserva un luogo dedicato al Memoriale alle vittime dei Giochi olimpici del 1972 (Erinnerungsort Olympia-Attentat München 1972).

Video: Spirit of '72 – Musica

Un giovanotto di 50 anni - l’Olympiapark di Monaco

Oggi il Parco olimpico (Olympiapark) è molto amato dai monacensi, che lo chiamano affettuosamente Olypark. È difficile credere che il parco stia già festeggiando il suo 50° anno di vita, tanto moderna sembra ancora oggi l’architettura leggera e ariosa dei suoi impianti sportivi.

Il Parco olimpico (Olympiapark) di Monaco di Baviera è tuttora a livello mondiale un eccezionale esempio di riutilizzo di una sede olimpica. Pieno di vita, è la testimonianza di una pianificazione sostenibile, 50 anni prima che la parola “sostenibilità” entrasse nell’uso corrente. Uno dei principali motivi per celebrarlo.

www.olympiapark.de

 

 

Text: Karoline Graf; Foto: Tommy Lösch; Videos: European Championships, redline enterprises
Top Stories
Monopteros in the Englischer Garten in Munich.

Il passaggio est-ovest

Monaco è un villaggio,  no?

Monaco è un villaggio in cui tutto si può scoprire a piedi. Lo si sente dire di continuo. Ma è vero? Lo abbiamo provato per voi.

A man with beard, glasses and a tattooed forearm is standing in the Neue Pinakothek in Munich.

Tutti i punti salienti in un unico tour

Classico, moderno, dignitoso, contemporaneo: quattro tour attraverso i musei e le gallerie di Monaco.

Classico, moderno, dignitoso, contemporaneo: quattro proposte di tour attraverso i musei e le gallerie di Monaco. La nostra guida artistica per chi ha fretta.

Un piatto di maiale arrosto alla Gasthaus Fiedler

Panoramica: tutto sulla cucina bavarese

Ti va un po' di cibo bavarese? Allora Monaco è il posto giusto!

Ti va un po' di cibo bavarese? Allora siete nel posto giusto! Monaco può anche vantare il pub più famoso del mondo.

Tegernseer Hütte con la moglie sulle prealpi bavaresi intorno a Monaco.

10 min dalla stazione centrale

A Monaco potete raggiungere in pochissimo tempo cime montane, fantastici panorami alpini e prelibatezze per il palato. Un paio di suggerimenti.

A Monaco potete raggiungere in pochissimo tempo cime montane, fantastici panorami alpini e prelibatezze per il palato. Un paio di suggerimenti.

Una bicicletta si trova sulla Odeonsplatz di Monaco di Baviera.

Tour dei punti salienti

Un tour in bicicletta tranquillo che include i luoghi di maggior interesse del centro di Monaco.

Centro storico, Englischer Garten, lato a monte del fiume Isar, Deutsches Museum, Isartor, Alter Hof e ritorno a Marienplatz; un tour in bicicletta che include i luoghi di maggior interesse del centro di Monaco.

Un bicchiere di birra in un ristorante di Monaco

Dimmi cosa bevi...

Starkbier, Festbier, chiara, scura, Pils: una piccola tipologia delle più importanti birre di Monaco - e dei loro bevitori.

Starkbier, Festbier, chiara, scura, Pils: una piccola tipologia delle più importanti birre di Monaco - e dei loro bevitori.

7 curiosità che ancora non sapevate sulla Hofbräuhaus

Verissimo: è stato un prussiano a rendere famosa la Hofbräuhaus.

L'Hofbräuhaus è probabilmente il pub più famoso del mondo. Abbiamo raccolto sette cose che probabilmente non sapevate ancora. Oppure no?

Glockenspiel nel nuovo municipio di Monaco di Baviera.

Il Glockenspiel in dieci immagini

Uno sguardo esclusivo dietro le quinte.

Il carillon attira da oltre 100 anni i visitatori e gli abitanti del luogo. Quello che molte persone non sanno è che  qui il vero lavoro manuale è ancora fatto, giorno dopo giorno, proprio come in passato.

Employees of Munich Tourism in costume in the Bavarian Outfitters in Munich

Da dirndl vintage e pantaloni di pelle di cervo

Dall'usato ai grandi magazzini tradizionali - ci siamo cimentati nella scelta dei costumi tradizionali a Monaco di Baviera.

Seconda mano, etichetta locale, grande magazzino tradizionale e servizio di prestito - ci siamo cimentati nella selezione di costumi tradizionali a Monaco di Baviera.

A view of a church reflected in a shop window in Munich.

Il paradiso dello shopping

Shopping in un ambiente architettonico di grande effetto: una passeggiata nel centro della città.

Shopping in un ambiente architettonico di grande effetto: una passeggiata nel centro della città.

Uomo e donna in canoa sull'Isar.

Isar-Roamers

Da nessun’altra parte si scoprono i segreti dell’Isar meglio che in canoa. Siamo andati dunque a pagaiare.

Da nessun’altra parte si scoprono i segreti dell’Isar meglio che in canoa. Siamo andati dunque a pagaiare.

Una giovane donna sorride nel Valentin-Karlstadt-Musäum di Monaco.

Mostre di qualità

Il centro di Monaco è un paradiso per gli amanti dei musei speciali. Una panoramica.

Dalla Residenz al museo della birra e all'Oktoberfest: il centro di Monaco è un paradiso per gli amanti dei musei speciali. Una panoramica.

Munich Card e City Pass

Semplicemente Monaco: Arte e natura a portata di mano risparmiando tempo e denaro.

Trasporto pubblico incluso

Sconti con la Munich Card, price off con il City Pass

Online o negli uffici di informazione turistica

Prenota ora!