Un busto del re Ludwig II sul ponte Cornelius a Monaco di Baviera

Monaco reale

Ludovico, il Geek, il re hightech

Il re Ludovico II di Baviera, denominato anche re delle favole, era noto per la sua eccentricità. Viveva e lavorava di notte e dormiva di giorno; i suoi sogni hanno portato alla costruzione di maestosi castelli e alla realizzazione di oggetti innovativi che all'epoca erano considerati visionari e all'avanguardia della tecnica. Ve ne presentiamo cinque:   

1. La slitta

Ludovico II amava scivolare con la slitta di notte attraverso i boschi e i campi che circondavano i suoi castelli. La più splendida delle sue compagne era la slitta di gala con putti del 1872. Adatta ad ogni terreno ed equipaggiabile sia con pattini che con ruote.

I putti, figure di angioletti nudi, sono le polene della slitta e sostengono gli stemmi del regno: spada, scettro, corona d'alloro e una corona in alto. La corona e le due luci laterali si illuminavano – e ai tempi di Ludovico era una cosa sensazionale.

Infatti, dal 1879 non erano più le candele a illuminare, bensì le lampadine. La slitta è stata il primo veicolo a illuminazione elettrica della Baviera, se non di tutto il mondo. La fonte di energia era una batteria ad acido solforico cromato nella cassetta del sedile.

Dove posso vedere la slitta?
Al Marstallmuseum del castello di Nymphenburg

 

2. Il tavolo

Ludovico amava il buon cibo e alcuni dicevano che era un mangione. Poiché i suoi denti erano in pessimo stato, il re preferiva carne e zuppe cotte molto a lungo; mangiava tartarughe e ostriche. Naturalmente, Ludovico non applicava la normale routine quotidiana nemmeno ai pasti.

Pranzava anche alle sei di mattina e non voleva avere attorno nessuno; se possibile, nemmeno la servitù.

Per questo motivo, nel castello di Linderhof e in quello di Herrenchiemsee c'erano dei tavoli da pranzo a scomparsa. Grazie ad un dispositivo di sollevamento meccanico, scomparivano nel pavimento, scendevano di un piano e restano sospesi fino al prossimo pasto del re.

Dove posso vedere il cosiddetto "Tischlein deck dich" (“Tavolino apparecchiati da solo”)?
Nel castello di Linderhof e nel castello di Herrenchiemsee

 

3. Il gabinetto

Anche i re a volte devono assentarsi brevemente. A Neuschwanstein, Ludovico II espletava le sue funzioni intestinali su un trono, da qui l'origine della sua toilette. Aveva un risciacquo automatico che, per i tempi, in cui il resto della popolazione usava bagni all'aperto, era un incredibile progresso.

Ludovico poteva anche lavarsi le mani con acqua calda corrente, cosa anche questa insolita a quei tempi. L’unica cosa che non poteva fare nella toilette era telefonare, per quello doveva andare in un'altra stanza del castello.

La linea arrivava solo fino al vicino castello di Hohenschwangau. Ma il fatto che potesse parlare tramite un apparecchio con qualcuno che non fosse a portata di voce, ai sudditi doveva apparire come una magia.

Dove posso vedere il gabinetto?
Nel castello di Neuschwanstein

 

4. L'impianto di riscaldamento

Quando in autunno e in inverno diventava freddo, Ludovico II non si congelava. Alcuni dei suoi castelli erano dotati di un riscaldamento a caloriferi, una sorta di riscaldamento centrale che per l'epoca era unico nel suo genere e altamente moderno. Funzionava nel seguente modo: in una stanza centrale si trovava la stufa da cui partivano i tubi attraverso i quali veniva estratto il fumo caldo.

Monaco reale

Vivi i viali dei monarchi bavaresi con una guida turistica ufficiale della città di Monaco. Tutte le informazioni su questo tour reale possono essere trovate qui.

Nella stanza della caldaia, i tubi riscaldavano l'aria e questa a sua volta veniva convogliata tramite i condotti nelle stanze da riscaldare. Nella stanza della caldaia c'erano inoltre serbatoi d'acqua cilindrici che assicuravano che l'aria calda non diventasse secca. Sicuramente, Ludovico non soffriva di tosse da riscaldamento.

Dove posso vedere l’impianto di riscaldamento?
Nei castelli di Neuschwanstein e di Herrenchiemsee

 

5. La grotta

Ludovico II stava al caldo anche nella sua grotta di Venere artificiale vicino al castello di Linderhof. Nelle stalattiti della grotta erano state inserite delle stufe in maiolica. Anche l'acqua del lago nella grotta poteva essere riscaldata ad una temperatura gradevole, cosicché il monarca potesse rilassarsi durante il bagno. Ludovico poteva regolare anche l'illuminazione interna della grotta.

Un’atmosfera wagneriana, dal rosso brillante al blu elettrico come nella grotta di Capri. Molte erano le opzioni. Il sistema di illuminazione dell'accogliente grotta di Ludovico era fenomenale. Soprattutto la sua alimentazione. A tale scopo, gli ingegneri incaricati da Ludovico installarono 24 generatori, ognuno dei quali forniva energia alle luci all'interno della grotta. Così nacque la prima centrale elettrica della Baviera.

Dove posso vedere la grotta?
Vicino al castello di Linderhof

 

www.schloesser.bayern.de

 

 

Text: Nansen & Piccard; Foto: Frank Stolle, Christian Kasper, Bayerische Schlösserverwaltung, Tobias Schnorpfeil, Carolin Unrath
Top Stories
Monopteros in the Englischer Garten in Munich.

Il passaggio est-ovest

Monaco è un villaggio,  no?

Monaco è un villaggio in cui tutto si può scoprire a piedi. Lo si sente dire di continuo. Ma è vero? Lo abbiamo provato per voi.

A man with beard, glasses and a tattooed forearm is standing in the Neue Pinakothek in Munich.

Tutti i punti salienti in un unico tour

Classico, moderno, dignitoso, contemporaneo: quattro tour attraverso i musei e le gallerie di Monaco.

Classico, moderno, dignitoso, contemporaneo: quattro proposte di tour attraverso i musei e le gallerie di Monaco. La nostra guida artistica per chi ha fretta.

Un piatto di maiale arrosto alla Gasthaus Fiedler

Panoramica: tutto sulla cucina bavarese

Ti va un po' di cibo bavarese? Allora Monaco è il posto giusto!

Ti va un po' di cibo bavarese? Allora siete nel posto giusto! Monaco può anche vantare il pub più famoso del mondo.

Tegernseer Hütte con la moglie sulle prealpi bavaresi intorno a Monaco.

10 min dalla stazione centrale

A Monaco potete raggiungere in pochissimo tempo cime montane, fantastici panorami alpini e prelibatezze per il palato. Un paio di suggerimenti.

A Monaco potete raggiungere in pochissimo tempo cime montane, fantastici panorami alpini e prelibatezze per il palato. Un paio di suggerimenti.

Una bicicletta si trova sulla Odeonsplatz di Monaco di Baviera.

Tour dei punti salienti

Un tour in bicicletta tranquillo che include i luoghi di maggior interesse del centro di Monaco.

Centro storico, Englischer Garten, lato a monte del fiume Isar, Deutsches Museum, Isartor, Alter Hof e ritorno a Marienplatz; un tour in bicicletta che include i luoghi di maggior interesse del centro di Monaco.

Un bicchiere di birra in un ristorante di Monaco

Dimmi cosa bevi...

Starkbier, Festbier, chiara, scura, Pils: una lista delle più importanti birre di Monaco - e dei loro amanti.

Starkbier, Festbier, chiara, scura, Pils: una lista delle più importanti birre di Monaco - e dei loro bevitori.

7 curiosità che ancora non sapevate sulla Hofbräuhaus

Verissimo: è stato un prussiano a rendere famosa la Hofbräuhaus.

L'Hofbräuhaus è probabilmente il pub più famoso del mondo. Abbiamo raccolto sette cose che probabilmente non sapevate ancora. Oppure no?

Glockenspiel nel nuovo municipio di Monaco di Baviera.

Il Glockenspiel in dieci immagini

Uno sguardo esclusivo dietro le quinte.

Il carillon attira da oltre 100 anni i visitatori e gli abitanti del luogo. Quello che molte persone non sanno è che  qui il vero lavoro manuale è ancora fatto, giorno dopo giorno, proprio come in passato.

Employees of Munich Tourism in costume in the Bavarian Outfitters in Munich

Da dirndl vintage e pantaloni di pelle di cervo

Dall'usato ai grandi magazzini tradizionali - ci siamo cimentati nella scelta dei costumi tradizionali a Monaco di Baviera.

Seconda mano, etichetta locale, grande magazzino tradizionale e servizio di prestito - ci siamo cimentati nella selezione di costumi tradizionali a Monaco di Baviera.

Uomo e donna in canoa sull'Isar.

Isar-Roamers

Da nessun’altra parte si scoprono i segreti dell’Isar meglio che in canoa. Siamo andati dunque a pagaiare.

Da nessun’altra parte si scoprono i segreti dell’Isar meglio che in canoa. Siamo andati dunque a pagaiare.

A view of a church reflected in a shop window in Munich.

Il paradiso dello shopping

Shopping in un ambiente architettonico di grande effetto: una passeggiata nel centro della città.

Shopping in un ambiente architettonico di grande effetto: una passeggiata nel centro della città.

Una giovane donna sorride nel Valentin-Karlstadt-Musäum di Monaco.

Mostre di qualità

Il centro di Monaco è un paradiso per gli amanti dei musei speciali. Una panoramica.

Dalla Residenz al museo della birra e all'Oktoberfest: il centro di Monaco è un paradiso per gli amanti dei musei speciali. Una panoramica.

Munich Card e City Pass

Semplicemente Monaco: Arte e natura a portata di mano risparmiando tempo e denaro.

Trasporto pubblico incluso

Sconti con la Munich Card, price off con il City Pass

Online o negli uffici di informazione turistica

Prenota ora!